Il tipo che vedi nella foto sono io mentre cerco di farmi un selfie con una pesante reflex sulle rive del Lago di Garda. Si, le cose semplici mi annoiano…

Ho 41 anni, sono sposato e ho una splendida figlia di 5 anni che, con i suoi Lego e pupazzetti, riesce a strapparmi dal PC e a evitare la mia completa deriva digitale.

Ho frequentato il liceo scientifico e mi sono laureato in ingegneria elettronica a Bari, per poi dedicarmi a tempo pieno allo sviluppo software. Attualmente lavoro in Exprivia su progetti in contesti sanitari. In particolare mi occupo di analisi e progettazione di sistemi informativi ma non mai smesso di programmare.

Il tutto è iniziato quando, all’età di 8 anni, mi è stato regalato un MSX, ovvero l’aggeggio che vedi a sinistra. In teoria doveva fungere da console di videogiochi ma quella era l’epoca del Commodore 64 e di giochi per l’MSX non se ne trovavano molti. Grazie al manuale di programmazione in Basic fornito con il computer ho iniziato a realizzare i primi programmini. Avrò certamente esagerato con l’MSX infatti un giorno è letteralmente esploso, costringendomi ad una pausa di riflessione fino all’arrivo dei 386, del QBasic e dell’MS-DOS, e poi del Turbo Pascal, del C e del C++, e così via.

phpnews.itOvviamente le tecnologie web non potevano lasciarmi indifferente. Iniziai quindi a sviluppare in PHP e, nel lontano 2004, fondai il sito PHPnews.it che, credo, abbia aiutato molti giovani programmatori ad entrare nel mondo dello sviluppo web. Purtroppo non riesco più a curare il sito, ma non escludo di riprendere a farlo se ce ne sarà l’occasione.

Nel mio “periodo PHP” ho realizzato anche una applicazione web per la gestione delle fondazioni antiusura e diversi siti web per amici e clienti, ad esempio www.mediazionecrisi.it, utilizzando CMS come Joomla! e WordPress. Ho scritto una libreria per la creazione di report in PDF e per Joomla! mi sono divertito anche a sviluppare un plugin per la creazione di sondaggi.

Dal 2007 lavoro a tempo pieno su applicazioni web in ambiente JEE/Oracle. Tra i compagni di gioco ci sono Spring, Hibernate, JBoss, jQuery, SQL, SOAP, REST, giusto per citare qualche nome. Cerco di mantenermi aggiornato, leggo quasi quotidianamente gli interventi dei guru della programmazione, uno fra tutti Martin Fowler. Mi interesso di metodologie agili, di Continuous Integration e Continuous Delivery, di architetture a microservizi, di Cloud e architetture serverless.

Mi piacerebbe approfondire le nuove tecnologie emergenti, come l’IoT e la blockchain, ed in particolare le loro potenzialità nel contesto sanitario. Sono convinto che nel mondo dell’IT the best is yet to come.

Suonare il piano è l’altra passione che mi segue fin da bambino. Ho imparato quasi tutto da autodidatta, guidato da un buon orecchio musicale, ma ho anche avuto il privilegio di avere come maestro il compianto Davide Santorsola al quale devo l’avermi fatto scoprire la bellezza del Jazz.